Storia e monumenti

Storia

Secondo alcuni l'attuale toponimo, attestato nel Catalogus Baronum, continuerebbe il nome dell'antica FORUM POPILII; dal punto di vista formale, tuttavia, è preferibile pensare a un riflesso del termine polla 'vena d'acqua' o del personale femminile latino POLLA. Del borgo medievale si hanno scarse notizie: fu sottoposto al dominio di vari feudatari (Altavilla, Fasanella, Sumeroso, Sanseverino, Villano e Capecelatro) e al controllo di cinque ordini monastici (benedettini, cappuccini, domenicani, clarisse e francescani). Vanta alcune interessanti memorie storico-architettoniche, tra cui spiccano l'antico convento di Sant'Antonio, impreziosito da un portale cinquecentesco e da una navata interamente affrescata e soffittata da tele del Seicento, e la pietra miliare di Gaio Urziano, nota anche come LAPIS POLLAE, che costituisce la testimonianza più rilevante dell'età romana nel Vallo di Diano. Il comune di Polla è stato dal 1811 al 1860 1811  capoluogo dell'omonimo circondario appartenente al Distretto di Sala del Regno delle Due Sicilie. Dal 1860 al 1927, durante il Regno d'Italia, è stato capoluogo dell'omonimo mandamento appartenente al Circondario di Sala Consilina.

Monumenti e luoghi d'interesse

Elenco dei principali monumenti e luoghi di interesse del comune

Architetture religiose

Chiesa di San Nicola dei Latini (1300)

Santuario di Sant'Antonio

Chiesa di San Pietro Apostolo

Cappella di Sant'Antonio Abate

Architetture civili

Palazzi Manganelli-Barrese-Ripa

Palazzo Albirosa

Palazzo Comunale

Palazzo Galloppo

Palazzo Palmieri

Palazzo Parisi

Palazzo Rubertini

Taverna del Passo

Architetture militari

Castello

Architetture storiche

Lapis Pollae (150 a.C. circa)

Termine Graccano (131 a.C. circa)

Mausoleo di Caio Uziano Rufo (I secolo d.C.)

Ponte romano

Monumento ai Caduti

Parco della Rimembranza